Primo corso internazionale di direzione d’orchestra “Città di Roma”

46 Condivisioni
.. 

1° CORSO DI INTERNAZIONALE DI PERFEZIONAMENTO IN DIREZIONE D’ORCHESTRA SECONDO IL METODO  MUSIN

“CITTA’ DI ROMA”

 

La Ilya Musin Society in collaborazione con la Opera in Roma Symphony Orchestra organizza un corso di  perfezionamento in tecnica della direzione d’orchestra secondo il “Metodo  Musin”.

Il corso sarà tenuto dal Maestro ENNIO NICOTRA  ed è  rivolto a tutti quei giovani direttori e musicisti in genere che desiderino sviluppare e affinare la loro tecnica direttoriale.

Il percorso fornisce competenze pratiche e teoriche non presenti nei corsi tradizionali. Il programma di studi, infatti, è basato sul “Metodo Musin”: Ilya Musin – leggendario insegnante russo (1904-1999) dalla cui scuola sono usciti tutti i maggiori direttori russi,( Temirkanov, Bychkov, Gergiev, Barshaj…)  del quale il Maestro Nicotra è stato allievo e assistente – ha sviluppato un particolare metodo didattico, paragonato da molti al Sistema Stanislavskij per lo studio della tecnica attoriale.

L’obiettivo del corso si concretizza nella definizione, sviluppo e perfezionamento  della tecnica direttoriale, attraverso un’esercitazione approfondita con un duo pianistico secondo il metodo adottato nella leggendaria scuola di San Pietroburgo ; verranno analizzati la semantica del gesto, gli aspetti comunicativi e l’interazione con il complesso orchestrale.

 

L’ultimo incontro si svolgerà in giugno a Roma con la partecipazione della Opera in Rome Symphony Orchestra 

La direzione artistica si riserva di invitare l’allievo/i  che si saranno distinti  a dirigere una produzione nella prossima stagione sinfonica 2019/2020

 

E’ ammessa la partecipazione di uditori.

Visitate il nostro canale youtube per vedere come si svolgono le lezioni

 

Possibilità di conseguire il titolo ABRSM finora mai rilasciato in Italia.

Scrivete  per ulteriori informazioni info@direzionedorchestra.com

** Ancora oggi alcuni si interrogano a cosa serve studiare direzione con i pianisti. E’ fondamentale, e del resto si fa così in quasi tutte le maggiori accademie del mondo. Questo mezzo consente al maestro di poter sgrossare la pietra grezza ed in seguito lavorare di scalpello (vedi es 1  es  2 )  In alcune scuole però neanche questi ci sono, e si arriva all’assurdità che l’allievo canta o fischia dirigendosi da solo, o con il CD quando va bene (non è uno scherzo! in Germania in qualche Hochschule è un “metodo” in uso, e garantiscono  che in questo modo tutto funziona alla perfezione, nessuno strumentista a memoria d’uomo è mai andato fuori).  Avere un’orchestra ad ogni incontro sarebbe una bella cosa  ma solamente con un insegnante in grado di vedere minuziosamente e correggere i difetti degli studenti, per usare un termine tecnico “fargli il pelo ed il contropelo”  altrimenti è inutile e altamente dispendioso. Infatti, generalmente,  in un corso privato,  un’ orchestra sovvenzionata dagli studenti stessi è naturalmente spinta a chiudere un’occhio -e magari tutti e due-  per evitare di vedere dileguarsi  i propri sponsors, correggendo così automaticamente molte imprecisioni  e falsando di conseguenza il risultato finale….                                 E stendiamo un velo pietoso sulle  lezioni via SKYPE.

  –  

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per ulteriori informazioni puoi consultare la nostra privacy e cookie policy maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi