Direzione d’orchestra: Le figure ritmiche

7 Condivisioni

Nel video sottostante affronto uno degli argomento che regola la realizzazione della sequenza  degli attacchi interni, i principi che rappresentano la maniera più pratica e spontanea per “riempire” lo spazio fra due impulsi – o movimenti-, dando a questo spazio intermedio una funzione di motore trainante durante l’esecuzione.

Potrete vedere i gesti appropriati  alle principali figure ritmiche, che costituiscono le fondamenta dalle quali ricavare le varie concatenazioni.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

Il giovane che riesce a  rendersi padrone di  questi elementi, con l’esperienza riuscirà a fondere spontaneamente la figurazione ritmica col gesto corrispondente, inserendolo con molta naturalezza e logicità nel contesto del brano.

L’applicazione pratica la troviamo in qualsiasi frase del repertorio sinfonico.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per ulteriori informazioni puoi consultare la nostra privacy e cookie policy maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi